Dalla Storia al Teatro: Socialismo a passo di valzer a Torino

http://www.teatrostabiletorino.it/?action=view&table=catalog&ID=103

Per chi ha la fortuna e la possibilità di essere a Torino il 27 e il 28 maggio prossimi, potrà andare a vedere una interessante produzione toscana a partire dal mio libro omonimo, uscito nel 2006 per Libreria Musicale Italiana.

Ovviamente farò di tutto per esserci anch’io e chissà, forse ci incontriamo per scambiarci qualche idea.

Cavallerizza Reale

dal 27/05/2011 al 28/05/2011

a partire dal libro Socialismo a passo di Valzer – Storia dei violinisti
braccianti di Santa Vittoria di Carmelo Mario Lanzafame
drammaturgia Giuseppe Di Leva
con Silvio Castiglioni, Sara Donzelli
coro e musicisti da definire
regia Giorgio Zorcù
luci Marcello d’Agostino
Accademia Amiata Mutamenti
con il sostegno della Corte ospitale di Rubiera
e il contributo della Regione Toscana

Cosa hanno a che fare il Risorgimento e il Liscio? La Bassa Reggiana, prima di tutto, una terra sanguigna e vitale, dove a Santa Vittoria, tra la fine della dominazione austriaca e l’unificazione dell’Italia, nascono il ballo liscio, da gruppi di violinisti braccianti, e le prime forme di cooperativa, avvisaglia del futuro movimento socialista. Quasi un blues del Nord, il Liscio nasce dalla musica dei violini, e diventa presto la colonna sonora del socialismo, che si diffonde nelle campagne insieme alla musica del proletariato. I balli tradizionali in Romagna erano di antica origine popolare e non prevedevano il contatto tra ballerini. Il Valzer, ma anche Mazurca e Polca, esattamente come il Liscio, sono autentiche rivoluzioni del costume, che la Chiesa bolla come “insano vizio” che induce i ballerini al peccato. Luogo deputato per il Liscio è il Festivàl, una struttura di legno e tela juta con cui si allargavano le osterie verso l’esterno, dove si proponevano drammi musicali e varietà con trasformisti, ipnotizzatori e cantanti. Sono queste le serate delle nascenti cooperative, delle prime riunioni ed assemblee politiche. Socialismo a passo di Valzer dipinge l’affresco di un popolo che lavora, lotta, si diverte, per il quale la nuova musica e i nuovi balli di coppia diventano l’espressione della voglia collettiva di avere un corpo civile e politico nella società.

ore 20.45

Una risposta a Dalla Storia al Teatro: Socialismo a passo di valzer a Torino

  1. Skizzo scrive:

    Chapeau!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: